Sito di San Gimignano, città del Patrimonio Culturale e Naturale Mondiale dell'UNESCO


Menu

Territorio - Via Francigena

Via Francigena

"Quando l'arcivescovo Sigerico vi pass˛ tra il 990 e il 994, San Gimignano (Sancte Gemiane, com'egli ricorda) era un castello della Chiesa volterrana. La via Francigena fu certamente alla base del rapido sviluppo che lo port˛ ad affrancarsi e a gestire un proprio distretto territoriale - pi¨ o meno quello del comune attuale - in equilibrio tra Firenze e Siena. La cinta muraria che San Gimignano costruý all'inizio del Duecento era giÓ consistente ma, la forte espansione mercantile e la crescita demografica che l'accompagn˛ fecero aumentare rapidamente l'abitato, tanto che , nella seconda metÓ dello stesso secolo, fu necessario un nuovo giro di mura. Questo comprese non solo i poggi della Torre e di Montestaffoli, ma anche i popolosi borghi di San Giovanni e San Matteo, che si erano formati proprio sulla direttrice della via Francigena. Con la costruzione del palazzo del comune (1288) si definý quel tessuto urbano che oggi rimane come una delle pi¨ significative espressioni del Medioevo, anche se non assurse alla dignitÓ Cittadina, non avendo l'indispensabile riconoscimento della sede episcopale.

Tuttavia, l'economia sangimignanese non seppe resistere alla crisi internazionale. (...). Dal crollo economico e demografico San Gimignano non si riprese pi¨ e la stagnazione dei secoli successivi fiss˛ nel tempo la sua immagine medievale, costruendo la fortuna e la notorietÓ dei nostri tempi. (...).

tratto da "Via Francigena guida al percorso da Castefiorentino alle porte di Siena" a cura di A. Angeloni, Betti Editrice, realizzato dal Progetto Integrato e Territoriale di Valorizzazione della Via Francigena in Valdelsa finanziato dai Comuni di Castelfiorentino, Montaione, Gambassi Terme, San Gimignano, Colle di Val d'Elsa e Monteriggioni e cofinanziato dalla Regione Toscana ai sensi della L 135/01 art. 5 c. 5 nell'ambito del progetto interregionale "VIA FRANCIGENA- una nuova offerta turistica italiana".

www.viefrancigene.org